Percorso:

Fonte:  LA NAZIONE

27 ottobre 2014

Rubrica: Cultura


SANTA FIORA LO SCRITTORE HA RICEVUTO LA CITTADINANZA ONORARIA Camilleri, questo abbraccio è per te «Sono commosso, qui mi sento a casa»


di ALBERTO CELATA
«SONO COMMOSSO, sinceramente commosso, mi aspettavo affetto e amicizia, ma questo calore proprio no, e con il freddo di questa giornata questo non può che fare piacere». Non ha rinunciato alla battuta, alla sua garbata ironia, Andrea Camilleri, anche quando il sindaco Federico Balocchi gli ha consegnato la pergamena della cittadinanza onoraria di Santa Fiora. Una cerimonia, quella di ieri pomeriggio nel nuovo teatro del Comune amiatino, che non ha avuto niente di formale e di celebrativo, ma è stata semplicemente una festa che Santa Fiora ha voluto regalare al papà di Montalbano, che ormai da oltre quarant’anni l’ha scelta come suo buen retiro, prima ancora che lo scrittore assurgesse a fama internazionale. Merito dell’Amministrazione e degli organizzatori, che hanno allestito un incontro fatto di letture di brani dell’opera dell’autore, di una registrazione di Fiorello che imita lo scrittore e di un piccolo talk show, ma merito soprattutto di Andrea Camilleri e della sua capacità affabulatoria, condita di pillole di saggezza, di un’ironia sagace ma mai cattiva, di una cultura letteraria, che trasuda dalla più semplice parola. «Ho scelta questa terra per venire a trascorrere le vacanze, io che sono un grande amante del mare, per la sconfinata bellezza e suggestione, che l’Amiata sa regalare. In particolare sono stato conquistato dal fascino del Monte Labbro — ha detto non senza un filo di commozione Camilleri —. Venni per caso a Bagnolo nel 1968, su invito di un amico scultore, da allora sono venuto d’estate, e non solo, tutti gli anni, tant’è che un anno che rischiavo di non venire ne fui molto amareggiato. A Bagnolo ho comprato casa, qui si è sposata una mia figlia, insomma io qui sono di casa». Detto del luogo, cosa l’ha colpita della gente di Bagnolo, di Santa Fiora e più in generale dell’Amiata? «La discrezione, sapevano chi ero, ma non mi facevano domande, non mi chiedevano niente. E’ questa una cosa che ho sempre apprezzato, forse perché i miei corregionali, i siciliani, sono sempre un po’ impiccioni e invadenti. Mi sono sempre sentito uno dell’Amiata, è il mio luogo del cuore. Per questo ricevere la cittadinanza onoraria di Santa Fiora mi inorgoglisce, perché la cittadinanza non mi spettava di diritto , ma mi è stata data perché questa comunità ha scelto che vi facessi parte».
Santa Fiora lo ha voluto cittadino onorario, lo ha scelto, come più di quarant’anni fa Andrea Camilleri ha scelto lei.


 
 

Provincia di Grosseto
Piazza Dante Alighieri, 35 - 58100 Grosseto (GR) - Italy | Telefono (+39) 0564 48 41 11 - Fax (+39) 0564 22 385
Posta elettronica certificata: provincia.grosseto(at)postacert.toscana(punto)it - Sito internet: www.provincia.grosseto.it
Codice fiscale 80000030538