Percorso:

Fonte:  CORRIERE DI MAREMMA

12 luglio 2014 02:00

Rassegna stampa, CORRIERE DI MAREMMA, Panorama politico


Data e ora di scadenza: 12 luglio 2014 02:00

“Sui rifiuti politiche di bassa qualità”


GROSSETO “Se la raccolta differenziata in Maremmaè di bassa qualità ciò è dovuto alla bassa qualità delle scelte politiche fin qui prese dagli amministratori toscani in materia di rifiuti”. Inizia così la replica del comitato Grosseto Bene Comune alle ultime dichiarazioni del direttore di Ato Toscana Sud, Andrea Corti. “Ormai tutti sanno che l’unica via per ottenere una differenziata di qualità sta nella raccolta porta a Porta, lo dimostrano inequivocabilmente le esperienze diCapannori e della Val d’Elsa, ma questa strada è stata fin qui aspramente boicottata dalla lobby dell’incenerimento”, dice AndreaMarciani per conto del comitato. “Inoltre - prosegue Marciani - come ha chiaramente spiegato Enzo Favoino, esperto di fama mondiale sul trattamento meccanico dei rifiuti, al convegno tenuto lo scorso 11 giugno dai Beni Comuni Grosseto, l’impianto delle Strillaie (costato 23milioni di euro alla collettività) potrebbe, con un investimento di poche centinaia di migliaia di euro, essere convertito alla produzione di differenziata di qualità, invece di produrre combustibile (Cdr) per l’inceneritore di Scarlino. Ma nelle assemblee dell’Ato i sindaci non fanno altro che sentirsi ripetere, da direttori e presidenti, di non lasciarsi abbindolare dalle sirene del porta a porta, che l’Ato Sud ha un impiantistica importante e che il ciclo deve essere chiuso dagli inceneritori”. Il comitato ribadisce con forza che “gli inceneritori non chiudono il ciclo dei rifiuti”, che “il gestore Sei, vincitore di una gara d’appalto in cui gli unici altri concorrenti hanno ritirato le rispettive offerte a pochi giorni dall’apertura delle buste, è inadempiente su molti impegni contrattuali, a cominciare dalla mancata presentazione del progetto esecutivo dei servizi che doveva essere presentato ai comuni il 31 luglio 2013 e di cui ancora non c'è traccia. Ci fa piacere comunque constatare come la fronda dei sindaci all’attuale gestione Ato Sud sia in costante aumento”.


 
 

Provincia di Grosseto
Piazza Dante Alighieri, 35 - 58100 Grosseto (GR) - Italy | Telefono (+39) 0564 48 41 11 - Fax (+39) 0564 22 385
Posta elettronica certificata: provincia.grosseto(at)postacert.toscana(punto)it - Sito internet: www.provincia.grosseto.it
Codice fiscale 80000030538