Percorso:

20 giugno 2013 15:09

Notizie, Comunicati stampa


DA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA 10 MILIONI DI EURO A SOSTEGNO DEL MORELLINO DI SCANSANO

BMps e amministrazione provinciale, con il sostegno del Comune di Scansano e della Camera di Commercio di Grosseto, rinnovano l’accordo con il Consorzio dello storico vino della Maremma attraverso un pacchetto di iniziative ad hoc predisposte dall’istituto di credito: finanziamenti per il reimpianto dei vigneti e anticipi delle spese per promuovere la qualità e affiancare la crescita dei produttori


Un pacchetto di misure per la crescita, da 10 milioni di euro, a sostegno dei produttori del Morellino di Scansano, messo a disposizione da Banca Monte dei Paschi di Siena con la collaborazione della Provincia di Grosseto ed il sostegno dell’amministrazione comunale di Scansano e della Camera di Commercio di Grosseto. Questi i termini generali dell’accordo a beneficio dei produttori appartenenti al “Consorzio Tutela del Vino Morellino di Scansano”, siglato oggi (giovedì 20 giugno) nella sala consiliare del Palazzo della Provincia - d’intesa con l’amministrazione provinciale - alla presenza di Paola Papanicolaou, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’area territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche di BMps, Enzo Rossi, assessore provinciale all’agricoltura, Carla Palmieri, vicepresidente della Camera di Commercio di Grosseto, Massimiliano Rocchi, assessore del Comune di Scansano, e Elisabetta Geppetti, presidente del “Consorzio Tutela del Vino Morellino di Scansano”.

 

Con la collaborazione del Consorzio e della Provincia, ed il sostegno del Comune maremmano, BMps ha quindi predisposto diverse linee di prodotti ad hoc destinate specificatamente alle attuali e più evolute esigenze finanziarie delle imprese vitivinicole associate al Consorzio. Obiettivo del pacchetto è favorire infatti il più elevato ritorno economico possibile per le imprese e per il territorio grossetano, attraverso la promozione di una crescente qualità del prodotto, la diluizione e la programmazione delle normali vendite di prodotto e, infine, la stabilizzazione dei prezzi di mercato.

 

“Con l’accordo siglato oggi, Banca Monte dei Paschi di Siena si conferma partner principale e interlocutore forte nel mondo vitivinicolo - spiega Paola Papanicolaou, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’area territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche di BMps -. Il documento che abbiamo definito con il Consorzio garantisce infatti strumenti vantaggiosi, a disposizione nelle nostre filiali, per la crescita di un settore storico nella provincia di Grosseto così come in tutta la Toscana: BMps ha pensato a misure ritagliate specificamente per la produzione, la vinificazione e l’imbottigliamento del Morellino di Scansano. Grazie al plafond da 10 milioni, fruibile fino ad esaurimento per tutto l’anno, Banca Monte dei Paschi di Siena garantisce un elevato sostegno al fabbisogno finanziario dei produttori con l’obiettivo di valorizzarne al meglio gli sforzi e l’impegno”.

“Questo accordo - commenta Enzo Rossi, assessore provinciale allo Sviluppo rurale –dimostra come oggi il Consorzio di tutela assurga ad un ruolo che va ben oltre la valorizzazione della Docg Morellino, occupandosi dell’efficienza e della capacità dei produttori vitivinicoli di stare nel mercato. In una fase di crisi come quella che stiamo vivendo si tratta di una scelta premiante, che le istituzioni sostengono e cercano di facilitare. Collaboreremo quindi, per quanto di nostra competenza, con il Consorzio e con la Banca Monte dei Paschi di Siena, nella ricerca delle migliori soluzioni finanziarie per aiutare i produttori locali”.  

“Il Morellino di Scansano è un ambasciatore della Maremma nel mondo - le parole di Giovanni Lamioni, presidente della Camera di Commercio di Grosseto - E' un vino che ci rende orgogliosi della nostra terra. Se alle aziende del comparto agroalimentare spetta il compito di fare prodotti di qualità ed anzi di eccellenza, al mondo del credito e alle istituzioni è demandato, oggi più che mai, quello di supportarle con iniziative mirate. In considerazione dell'importanza strategica che il settore vinicolo riveste per la nostra provincia e per la Toscana tutta, abbiamo il dovere di essere presenti ed attenti alle problematiche che lo riguardano. Credo che questa operazione rappresenti una dimostrazione di come un buon rapporto collaborativo tra imprese, consorzi, banche ed istituzioni possa contribuire allo sviluppo del nostro tessuto economico, specialmente in momenti difficili come quello attuale, che stiamo attraversando con grandi sofferenze. Questo accordo costituisce un esempio che auspichiamo anche per altre realtà o altri settori “chiave” del sistema economico grossetano: facilitare l'accesso al credito è il tema che rappresenta l'assoluta priorità per il mondo produttivo locale”.

“Il Comune di Scansano - osserva Massimiliano Rocchi, assessore dell’ente grossetano - non può non guardare con favore alla firma della convenzione per il Consorzio vitivinicolo locale, una convenzione di cui siamo anche noi convinti promotori. L’accordo è la piena testimonianza di come un territorio ricco di risorse e propositivo per ambizioni e progetti quale quello maremmano sia sempre pronto ad affrontare le sfide della competitività, in particolare nel mercato vitivinicolo. E questo grazie soprattutto agli enti del territorio e alle banche, come BMps, che, cooperando insieme, credono in tali opportunità e garantiscono così la crescita della nostra imprenditoria”.

 

“Questa convenzione - sottolinea Elisabetta Geppetti, presidente del “Consorzio a Tutela del vino Morellino di Scansano” - rappresenta un importante strumento a disposizione dei produttori del Morellino di Scansano per elevare ulteriormente la qualità del nostro prodotto, a garanzia del consumatore, in un settore così importante per la Maremma e per tutta la Toscana: il Morellino di Scansano rappresenta in Italia e all’estero il nostro territorio ed in questi anni non ha mancato occasione di dimostrarlo nelle numerose iniziative di promozione sviluppate dal Consorzio”.

 

Nello specifico, l’accordo prevede finanziamenti per i programmi aziendali di reimpianto vigneti o per l’ampliamento della superficie produttiva (durata massima 10 anni); finanziamenti per sostenere le spese di produzione, invecchiamento e riserva, affinamento dei vini di qualità prodotti (durata massima complessiva 7 anni); finanziamenti di durata massima di 18 mesi per sostenere le spese di produzione, affinamento, pubblicità e commercializzazione della produzione aziendale destinata all’imbottigliamento ed alla vendita con il proprio marchio aziendale o come finanziamento per le scorte di cantina dello sfuso ed infine finanziamenti per l’acquisto di attrezzature di campagna e di cantina (durata massima 5 anni).

 

Per tutti i dettagli dell’offerta e i possibili preventivi, sono a disposizione le filiali di Banca Monte dei Paschi della provincia grossetana.

 

 

 

 

 

Il Consorzio Tutela del Vino Morellino di Scansano nasce nel 1992 per volontà di un piccolo gruppo di produttori, decisi a supportare e valorizzare il proprio prodotto a Denominazione di Origine Controllata, attraverso azioni di promozione e tutela. Nel corso degli anni il Consorzio è andato man mano ampliando il comparto associativo, fino ad accogliere più di 200 soci, oltre 90 dei quali con almeno una propria etichetta di Morellino di Scansano sul mercato. Ed è proprio in virtù di questa forte rappresentatività territoriale e produttiva (oltre il 66% dell’intera produzione vitivinicola della Denominazione) che è stato riconosciuto al Consorzio, dal settembre 2004, il compito di applicare, nella fase della produzione di uva e vino Morellino di Scansano, controlli erga omnes, ossia su tutti i produttori di uva e vino Morellino membri e non del Consorzio, atti a garantire al consumatore la qualità e l’originarietà del Morellino di Scansano, per specifico incarico del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Il Consorzio ha richiesto ed ottenuto, a partire dalla vendemmia 2007, il riconoscimento massimo su scala nazionale per un vino, la Denominazione di origine Controllata e Garantita, entrando di diritto nella elite dei vini italiani.


 
 

Provincia di Grosseto
Piazza Dante Alighieri, 35 - 58100 Grosseto (GR) - Italy | Telefono (+39) 0564 48 41 11 - Fax (+39) 0564 22 385
Posta elettronica certificata: provincia.grosseto(at)postacert.toscana(punto)it - Sito internet: www.provincia.grosseto.it
Codice fiscale 80000030538