ARCIDOSSO Apre col botto ad Arcidosso, la quarta edizione del festival di musica classica InterHarmony, che per un mese richiama nel paese amiatino talenti musicali da ogni parte del mondo che frequentano questo master prestig...">
Percorso:

Fonte:  IL TIRRENO

02 luglio 2015

Rubrica: Cultura


CLASSICA InterHarmony Ad Arcidosso è festa di talenti


ARCIDOSSO Apre col botto ad Arcidosso, la quarta edizione del festival di musica classica InterHarmony, che per un mese richiama nel paese amiatino talenti musicali da ogni parte del mondo che frequentano questo master prestigioso che si tiene in Amiata. E la serata d’apertura è affidata ai talenti del violoncellista Misha Quint e della pianista Inesa Synkevich. L’Amiata, dunque, continua ad essere location prescelta dai musicisti più autorevoli di tutto il mondo e tutti sperano nella ricaduta turistica degli eventi, oltre che culturale. Arcidosso in musica, dunque, prosegue alla grande, come spiegano il sindaco di Arcidosso Jacopo Marini e l’assessore alla cultura Adriano Crescenzi, i quali scommettono sul prestigioso appuntamento che porterà benefici anche in fatto di turismo oltre che di cultura musicale. Il festival internazionale di musica classica durerà da oggi al 25 luglio, dividendo il periodo in due parti, dal 2 al 12 e dal 13 al 25. Master class, laboratori improntati al famoso metodo russo e rivolti a tutti gli strumenti di un’orchestra sinfonica e concerti di un festival che nasce con un maestro di eccellenza, Misha Quint: di origine russa, violoncellista di risonanza mondiale, ha inserito nel progetto, musiche dei più noti musicisti antichi e moderni. Ma il bello del festival è che sono già arrivati ad Arcidosso, al resort Colle degli Angeli, da tutto il mondo, dall’America all’Australia, al Giappone, circa 300 giovani con 70 insegnanti, per studiare musica. Dodici i saggi previsti eseguiti sia dagli studenti che dai professori e due concerti nella chiesa dell’Incoronata il 12 e il 25 luglio. Tutte le altre performance si terranno al teatro degli Unanimi dove si esibiranno due nomi di spicco e di risonanza mondiale, Il violinista russo Vadim Repin, già ragazzo prodigio a 12 anni, e Bruno Canino, il pianista ottantenne che continua ad affascinare e stupire. Un festival, quello di Interharmony, che vanta come fondatore proprio Misha Quint, di origine russa, violoncellista di risonanza mondiale che anche quest’anno ha inserito nel progetto, musiche dei più noti musicisti antichi e moderni; e che ha conosciuto Arcidosso grazie al rapporto amicale con Thomas Fortman che da tempo, ormai risiede in Amiata: «Siamo orgogliosi di ospitare questo evento _ ha detto il sindaco _in cui abbiamo investito risorse e impegno». «Il comune impegna 18.000 euro per Interharmony - spiega l’assessore Crescenzi _ e ne vale la pena, viste le presenze e i talenti musicali che ci onoriamo di ospitare e anche le presenze che saranno ad Arcidosso per ascoltare saggi e concerti». L’InterHarmony International Music Festival (IIMF) apre la sua 18ª stagione oggi alle 21,30 con un concerto gratuito del fondatore dell’Iimf: il violoncellista Misha Quint proporrà un programma di lavori creati da e per i più grandi violoncellisti del XIX e XX secolo, da Piatti a Piatigorsky. Lo accompagnerà al piano la pianista ucraina Inesa Synkevich, che ha raggiunto rapidamente notorietà nel mondo della musica, affascinando spettatori di tutto il mondo come concertista, musicista da camera e solista d’orchestra. Tutte le informazioni e i nomi degli artisti in www.interharmony.com. Fiora Bonelli


 
 

Provincia di Grosseto
Piazza Dante Alighieri, 35 - 58100 Grosseto (GR) - Italy | Telefono (+39) 0564 48 41 11 - Fax (+39) 0564 22 385
Posta elettronica certificata: provincia.grosseto(at)postacert.toscana(punto)it - Sito internet: www.provincia.grosseto.it
Codice fiscale 80000030538